S ·  M ·  L ·  XL

N 163 TERMINI

Tutti i termini del Glossario che iniziano con la lettera N

N (Serigrafia )

Serigrafia - Oggettistica pubblicitaria






Negativo (Serigrafia)
Il testo che non viene stampato risultando per negativo da uno sfondo nero o colorato.



Numero del filo (Serigrafia)
Il numero di fili o il titolo del tessuto indica il numero di fili Fn per unità di lunghezza: (Fn/cm; Fn/inch)



Numero di retino (il) L/cm o L/pi (Serigrafia)
Il numero di retino viene indicato in linee per cm risp. per inch. In serigrafia, in funzione del tipo di tessuto si possono stampare retini compresi fra 5 L/cm e max. 48 L/cm. Direttiva da seguire: il punto più piccolo deve avere un diametro minimo di due fili e un’apertura di maglia.



N (Tipografia)

Tipografia - Stampa offset - Stampa editoriale




Narratario (Tipografia)
Destinatario del racconto (vd. destinatario). Il termine è stato creato dal critico Gérard Genette sul modello dell’opposizione proposta da Greimas fra destinatore e destinatario (intesi nel loro significato attanziale: vd. antagonista).



Narratore (Tipografia)
La voce che narra la storia. Narratore e narratario si presentano, dunque, come due figure interne alla narrazione e, perciò, si differenziano da autore e lettore, anche se possono coincidere con questi. Il narratore si può infatti sovrapporre all’autore, quando questo si presenta come scrittore del testo, e il narratario può essere chiamato in causa direttamente come lettore.



Nastro magnetico (Tipografia)
Supporto in plastica con rivestimento di materiale magnetizzabile su cui memorizzare segnali e dati.



Nautico - Poliestere Nautico (Tipografia)
Nome generico dato ai tessuti per bandiere nautiche (che devono essere più resistenti delle altre).



Nda (Tipografia)
Nota dell’autore.



Nde (Tipografia)
Nota dell’editore.



Ndr (Tipografia)
Nota di redazione.



Ndt (Tipografia)
Nota del traduttore.



Necrologia (Tipografia)
Pagina del giornale che contiene i necrologi.



Necrologio (Tipografia)
In aditoria giornalistica rappresenta un articolo o annuncio commemorativo in ricordo di un defunto.



Negativo (Tipografia)
In tipografia il testo che non viene stampato risultando per negativo da uno sfondo nero o colorato. In fotografia l’immagine ottenuta riproducendo l’originale con il procedimento fotografico convenzionale. I toni hanno valori invertiti rispetto a quelli del soggetto originale.



Negro (Tipografia)
Nel gergo giornalistico descrive il giornalista che lavora per un altro senza mai apparire.



Neretto (Tipografia)
Indica il peso del carattere. È chiamato anche grassetto. normalmente si dice del carattere tipografico con asta più scura. Ovvero carattere tipografico particolarmente marcato, utilizzato per dare rilievo maggiore ad una o più parole.



Nero (Tipografia)
Uno dei quattro colori di quadricromia (ciano, magenta, giallo e nero).



Nero fumo (Tipografia)
Si usa nella fabbricazione degli inchiostri da stampa. La qualità migliore è quella di gas. Vi sono pure quello di fiamma e di lampada.



Nervo (Tipografia)
Dettoanche nervetto. Sono le sporgenze che attraversano il dorso della legatura a distanze regolari, determinate dalle cuciture dei fascicoli. E anche rilievo a cordoncino sul dorso dei libri rilegati.



Network (Tipografia)
Consorzio di televisioni o radio private con diffusione a livello nazionale.



New journalism (Tipografia)
Tendenza del giornalismo americano degli anni 60 e 70 in cui il pubblico diventa protagonista della notizia.



News (Tipografia)
Notizia o lancio d’agenzia. In televisione indica il telegiornale.



Newsgatherer (Tipografia)
Giornalista addetto a cercare e raccogliere le notizie.



Newsmagazine (Tipografia)
Periodico d’attualità.



News Reel (Tipografia
Rullo di notizie. Panorama informativo dei maggiori fatti mondiali.



Nihil obstat (Tipografia)
Forma abbreviata della formula latina nihil obstat quominus imprimatur, cioè nulla osta a che si stampi, posta all’inizio di pubblicazioni a significarne l’approvazione ecclesiastica.



Nitidezza (Tipografia)
Livello di dettaglio di un’immagine.



Nome convenzionale (Tipografia)
Nome di persona o ente in forma differente da quella reale o ufficiale, ma con il quale tale persona o ente sono generalmente conosciuti.



Nominale (stile) (Tipografia)
Si ha stile nominale quando la frase non è retta da un verbo, ma, tutt’al più, comprende forme nominali del verbo, cioè modi che possono essere sostantivi (l’infinito) o concordare nel genere (i participi).



Nonsense (Tipografia)
In italiano traducibile con assurdità, insulsaggine. Si indica con questo termine un particolare tipo di espressione, che si basa essenzialmente su un umorismo assurdo e irreale. Esempi celebri di un simile genere di composizioni poetiche sono costituiti, oltre che da alcuni testi di Lewis Carroll, autore, tra l’altro, del romanzo Alice nel paese delle meraviglie, da passi di autori di teatro come Ionesco e Beckett.



Normalizzazione (Tipografia)
Procedimento attraverso cui un segno o un simbolo che si presentano in forma non convenzionale vengono uniformati ad una norma comune.



Nota (Tipografia)
Nell’editoria giornalistica descrive un articolo che informa sulle fasi più importanti della giornata politica. Per "nota di commento" si intende, invece, un articolo di fondo ampliato all’attualità. Nella editoria definisce un riferimento a contenuto bibliografico o esplicativo collocato a piè di pagina, alla fine di un capitolo o di un libro ed abbinato alla parte di testo da cui si rimanda attraverso una numerazione progressiva. Definisce anche una spiegazione/commento di un testo aggiunto in margine o a piè di pagina. Alcune di queste note sono: Nota dell’autore: apposta dall’autore di un testo per fornire maggiori informazioni o chiarimenti (abbr. N.d.A.). Nota dell’editore: apposta dall’editore per introdurre o chiarire ciò che riguarda l’edizione di un testo (abbr. N.d.E.). Nota del redattore: in uso specialmente nel giornalismo, apposta da chi riporta un testo altrui, al fondo dell’articolo o tra parentesi, come breve commento personale o chiarimento (abbr. N.d.R.). Nota del traduttore: apposta dal traduttore di un’opera per chiarire un passo, un’espressione particolari che non possono essere resi dalla traduzione con assoluta efficacia e chiarezza (abbr. N.d.T.). (Di quest’ultima, la variante più diffusa inizia con la formula: «Gioco di parole intraducibile...»).



Nota piè pagina (Tipografia)
capitolo, indicativa di una citazione o riferimento bibliografico.



Nota al testo (Tipografia)
Nella edizione critica di un testo, è lo spazio nel quale l’editore critico dà conto del lavoro compiuto.



Nota bibliografica (Tipografia)
Annotazione in un testo, generalmente a piè di pagina, di elementi identificativi di uno o più documenti utilizzati come fonti specifiche o come riferimento generale.



Nota d’ambito. (Tipografia)
Precisazione utile a stabilire in quale senso debba essere utilizzato un termine appartenente ad un soggettario, ad un tesauro o ad un sistema di classificazione.



Nota esplicativa (Tipografia)
Nota di riferimento ad un’intestazione, nella quale si specifica il senso di una voce, anche in relazione ad altre alle quali si rimanda.



Nota tipografica  (Tipografia)
Le informazioni tipografiche riportate nei libri inerenti il tipografo quali luogo e data di stampa.



Nota tironiana (Tipografia)
Da Tirone, liberto di Cicerone, che secondo la tradizione aveva elaborato un sistema di segni di scrittura abbreviata che gli consentisse di raccoglierne piú velocemente i discorsi pubblici. In paleografia (vd.), nota tachigrafica (vd. tachigrafia) praticata nel Medioevo, consistente in un breve segno convenzionale cui si attribuiva un determinato valore (ad es., 7 per et).



Notazione (Tipografia)
Serie di numeri e lettere impiegati per rappresentare formalmente il contenuto concettuale di un documento ed indicarne la collocazione.



Note (Tipografia)
Dati informativi particolari relativi ad una pubblicazione da inserirsi in area apposita della descrizione bibliografica.



Notizia ((Tipografia)
Pezzo di dimensioni ridotte che fornisce solo informazioni essenziali alla comprensione del fatto. E’ rappresentato da qualsiasi fatto che può assumere interesse giornalistico; in particolr modo se è inusuale, se comporta conseguenze per un elevato numero di persone, e se presenta risvolti tragici o delittuosi.



Notizia bibliografica (Tipografia)
Nota di catalogo o di bibliografia costituita da elementi informativi o descrittivi relativi ad una pubblicazione.



Notiziabilità  (Tipografia)
Predisposizione di un fatto a diventare notizia.



Notizia in colonna (Tipografia)
Notiziola di scarso interesse. Esposizione sommaria di un fatto, usata generalmente come riempitivo grafico.



Notizia spoletta (Tipografia)
Fatto che determinerà, dopo la sua pubblicazione, un’inchiesta giornalistica.



Notiziario (Tipografia)
Serie di notizie o bollettino. Pubblicazione periodica, in genere di poche pagine, che riporta informazioni su fatti o attività di interesse settoriale.



Nuance (Tipografia)
Particolare tono di colore che viene dato alla carta bianca per modificare la caratteristica giallastra della materia fibrosa. Se il tono di colore è azzurro si parla di azzurraggio.



Novella (Tipografia)
Dal latino novella, diminutivo dell’aggettivo novus, «nuovo». Si indica con questo nome una breve e vivace narrazione in prosa, avente come oggetto un fatto reale o immaginario. Forma letteraria estremamente duttile, la novella può abbracciare un’enorme varietà di argomenti, su registri stilistici estremamente diversi, applicandosi tanto a descrizioni di fatti di cronaca, quanto a minute indagini psicologiche, o alla narrazione di eventi fantastici e surreali. La sua origine sarebbe da ascriversi, secondo recenti interpretazioni critiche, a un ambito geografico e culturale orientale, in quanto essa farebbe la sua apparizione in raccolte orientali quali l’indiana Pancatantra (ossia, Cinque Libri) di carattere mitico-favoloso, appartenente ai primi secoli dell’era cristiana, e l’araba Mille e una notte. Durante il Medioevo, in Europa, la novella conobbe grande fortuna grazie soprattutto al Boccaccio, che col suo Decamerone (ossia, Dieci giornate) creò un efficace e colorito affresco della sua epoca. In età moderna, dietro le sollecitazioni del Romanticismo, la novella si arricchì di nuovi temi, da quello fantastico (Hoffmann), allo storico-sociale (Dickens e Verga), all’esotico (Merimée), al surreale (Poe), prima di passare a farsi interprete, soprattutto nel nostro secolo, di percorsi di progressivo approfondimento psicologico (Kafka, Pirandello, Svevo) o a stilare disincantati documenti di condizioni esistenziali.



Novenario (Tipografia)
Verso che porta l’ultimo accento sull’ottava sillaba, con accenti fissi: il novenario a ritmo anapestico-dattilico ha accenti sulla seconda, la quinta e l’ottava sillaba; quello a ritmo giambico, sulla quarta e sull’ottava; quello a ritmo trocaico, sulla terza e l’ottava.




Nuanzatura (Tipografia)
Colorazione della carta alfine di ottenere speciali gradazioni di colore.



Numero arretrato (Tipografia)
Ogni numero di periodico antecedente a quello corrente, in genere più costoso.



Numero di ingresso (Tipografia)
Numero progressivo attribuito ad ogni documento acquisito da una biblioteca alle sue raccolte.



Numero doppio (Tipografia)
Edizione del giornale con il doppio delle pagine.

 



Numero speciale (Tipografia)
Fascicolo di una pubblicazione periodica che esce privo di numero progressivo di serie, edito in occasione particolare o per presentare un argomento specifico e formalmente separato dalla pubblicazione principale, spesso in veste di suo supplemento..



Numero unico (Tipografia)
Giornale pubblicato una sola volta in una speciale occasione.



Numero zero (Tipografia)
Copia di prova del giornale prima della sua pubblicazione.



Nuova edizione (Tipografia)
Edizione che presenta variazioni consistenti rispetto alla precedente.



Nuove accessioni (Tipografia)
Elenco ordinato degli estremi identificativi di documenti acquisiti recentemente da una biblioteca.



Nuptialia (Tipografia)
Dal latino. Testi scritti in occasione di nozze.


 

N (Computer e grafica)

Computer hardware e software - grafica





Naming (Marketing e Pubblicità)
E’ lo studio del nome di un prodotto. Tecniche di denominazione nell’ambito aziendale e industriale, consiste nella progettazione e realizzazione del nome di aziende, prodotti e servizi. Tecniche queste consistenti nello studio del mercato e del posizionamento di un nuovo brand per arrivare a definire il nome più adatto per competere in un determinato scenario. Sovente è proprio il nome che richiama l’attenzione del consumatore e per questo motivo, soprattutto negli ultimi anni, le aziende stanno dedicando particolare attenzione a questa attività. Il nome di un prodotto deve essere distinguibile, facile da ricordare, accettabile e pronunciabile in tutti i paesi (nel caso di una diffusione internazionale). Esistono nella storia del marketing aziendale casi clamorosi di fallimento di prodotti dovuti proprio ad una scelta errata del nome!



NAS (Marketing e Pubblicità)
Nuovi Stati Associati: Bulgaria, Repubblica di Cipro, Repubblica ceca. Estonia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Malta, Polonia, Romania, Slovacchia, Slovenia.



Nasa (Marketing e Pubblicità)
Ora ADEX. Sistema di rilevazione continua degli investimenti pubblicitari in valore e quantità suddivisi per mezzo, settore merceologico, azienda, marca (Nielsen).



National key account (Marketing e Pubblicità)
In azienda è il funzionario a cui sono affidati i contatti con i clienti più importanti; ha autonomia decisionale.



Near - pack (Marketing e Pubblicità)
Espositore, collocato nelle vicinanze del prodotto da promozionare, che contiene un omaggio e reca un messaggio promozionale. Può indicare un espositore imballato con il prodotto da montare ed allestire a cura del rivenditore.



Need (Marketing e Pubblicità)
Nel campo del marketing i bisogni del consumatore, reali o indotti.



Negativo (Marketing e Pubblicità)
Pellicola negativa, pellicola dall’immagine invertita in cui le zone scure appaiono chiare e viceversa.



Negozio (Marketing e Pubblicità)
Unità immobiliare destinata all’esercizio commerciale, direttamente accessibile dalla strada, generalmente al pian terreno, con vendita all’ingrosso o al dettaglio e, in parte marginale, all’attività amministrativa di servizio. L’unità, munita per legge di servizi igienici può essere arredata da pertinenze accessorie. Detto anche bottega.



Negozi con vendita assistita (Marketing e Pubblicità)
Detti anche grocery. Punti di vendita a formulazione tradizionale, di superficie inferiore ai 100 mq), che trattano prodotti alimentari in esclusiva o in assortimento con altre tipologie di beni, oppure piccoli negozi a libero servizio (Nielsen).



Neon (Marketing e Pubblicità)
Tubo di vetro contenente gas col quale è possibile ottenere luci con diversi colori e forme



Neoprene (Marketing e Pubblicità)
Materiale gommoso, impermeabile ad alta densità a poro chiuso (es. mute da sub). Utilizzato nella displaistica e standistica molto duttile per creare effetti particolari.



Netiquette (Marketing e Pubblicità)
Forma contratta di "Net-etiquette" ovvero il galateo della rete. Si riferisce all’insieme delle norme di comportamento da seguire su Internet.



Network (Marketing e Pubblicità)
Letteralmente ’rete’. Termine usato per indicare una connessione tra simili. Es.: aziende con scopo comuni, venditori, organi di comunicazione (prevalentemente televisiva e radiofonica). Generalmente però indica un rete organizzativa che possiede un certo numero di emittenti; in sintesi rete televisiva o radiofonica privata di più emittenti che insieme mettono in onda gli stessi programmi. In internet e in merito al settore della pubblicità on-line, per “network” si intende un’organizzazione che rappresenta un certo numero di siti web e sui quali commercializza la vendita di spazi pubblicitari: banner, sponsorizzazioni, ecc. Equivale a quelle che in Italia sono le concessionarie di pubblicità, ma con specifico riferimento ad Internet.



Network elettronico (Marketing e Pubblicità)
Gruppo di espositori elettronici connessi tra loro tramite modem. Possono essere programmati individualmente o in gruppo da qualsiasi punto della rete.



Networking (Marketing e Pubblicità)
Nelle aziende, il networking si riferisce ai sistemi di collegamento in rete di più elaboratori e utenti, e comprende le piattaforme, i sistemi operativi, i protocolli e le architetture di rete. New Subscribers. E’uno dei Key Quantitative Indicators per misurare l’efficacia di un’azione di e-mail marketing. Indica quanto cresce (media settimanale o mensile) il numero di nuovi sottoscrittori.



New Media Agency (Marketing e Pubblicità)
Questa definizione indica le aziende specializzate nei servizi legati alle nuove tecnologie, in particolare internet ed il settore multimediale nel suo complesso.



NEWS (Marketing e Pubblicità)
In italiano notizie, informazioni. Messaggi suddivisi per categorie di argomenti discussi.



Newsgroup (Marketing e Pubblicità)
Area pubblica di discussione on-line dedicata a varie aree tematiche.



Newsletter (Marketing e Pubblicità)
Riferito alla produzione stampata si tratta di un bollettino di informazione con periodicità variabile in genere di poche pagine (1 o 2 quartini ovvero 4/8 pagine), che riporta notizie scritte in modo sintetico con poche o senza foto. Ha per oggetto settori specifici, generalmente monotematica, e viene distribuita normalmente su abbonamento da una organizzazione o da una azienda ad uno specifico pubblico o alla propria clientela. A volte può essere allegata a giornali. Può assumere forma digitale quando è esportato in formato .pdf e reso disponibile per il download da un sito. In internet la newsletter elettronica permette di inviare informazioni direttamente nella casella di posta elettronica degli utenti interessati che si siano appositamente iscritti ad una specifica mailing-list, nel caso si tratti di una newsletter esterna, o dei dipendenti/collaboratori di un’organizzazione, nel caso di una newsletter interna. Per chi gestisce una Newsletter risulta essere un ottimo strumento di marketing e promozione.



Nicchia (Marketing e Pubblicità)
Piccolo segmento di mercato, nel quale normalmente si opera in esclusiva. La nicchia è un’area di business "ristretta" caratterizzata dall’utilizzo di una specifica tecnologia/modo di produrre, da uno specifico bisogno e da un determinato gruppo di consumatori da soddisfare che hanno bisogni ed esigenze molto ben definiti rispetto alla generalità del mercato. L’impresa occupa una nicchia di mercato ad esempio quando vuole rispondere in modo approfondito ed esaustivo ad un bisogno molto particolare, che riguarda poche persone o circostanze speciali (come vendere libri d’antiquariato o libri illustrati per bambini). La vendita di cellulari invece si rivolge alla maggioranza della popolazione, in quanto si tratta di un prodotto di massa che serve esigenze molto diffuse e standardizzate. Anche nel mercato dei telefoni cellulari tuttavia, ci sono delle nicchie particolari: ad esempio, i telefonini satellitari o quelli che possono collegarsi autonomamente con Internet. In una nicchia di mercato si posizionano di norma pochi concorrenti che sfruttano il vantaggio competitivo rappresentato dalla elevata specializzazione, e quindi dal possesso di competenze e risorse altamente specialistiche. In genere, quindi, alla specializzazione si associano migliori prestazioni e minori costi.



Nicchia di mercato (Marketing e Pubblicità)
E’ un piccolo segmento di mercato, inteso come gruppo di acquirenti che presentano caratteristiche comuni, nel quale normalmente si opera in esclusiva alto livello di profitto. Si tratta in particolare di segmenti di mercato non occupati né occupabili dalle grandi imprese (poca flessibilità e mancanza di convenienza economica). Nella mappa del mercato si determinano degli spazi (in genere “piccoli” con una fascia ristretta di consumatori ma di consumo sicuro e stabile) che le piccole e medie aziende ricercano assiduamente allo scopo di occuparli. Su tali segmenti esse concentrano i loro sforzi mediante l’estrema differenziazione del prodotto.



Nichelatura (Marketing e Pubblicità)
Deposito di uno strato sottile di nickel su una superficie plastica o metallica, mediante procedimento elettrolitico.



Nielsen (aree) (Marketing e Pubblicità)
Le cinque zone in cui Nielse ha suddiviso l’Italia per le sue indagini:
area 1: Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria e Lombardia
area 2: Veneto, Trentino A.A., Friuli V.G. ed Emilia Romagna
area 3: Toscana, Umbria, Marche e Lazio
area 4: Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia
area 5: Sardegna



Nitidezza (Marketing e Pubblicità)
Livello di dettaglio di un’immagine.



Nominativo civetta (Marketing e Pubblicità)
Nominativo-spia inserito appositamente in una mailing list per controllarne l’uso.



Non food (Marketing e Pubblicità)
Letteralmente "non cibo". Definisce la categoria di prodotti non alimentari.



Nonusers (Marketing e Pubblicità)
Consumatori che non usano nessun prodotto di una determinata tipologia merceologica. è una categoria strategica per le promozioni, in quanto può produrre importanti risultati, cambiando la condizione che determina il mancato acquisto.



Normalizzazione Indirizzi (Marketing e Pubblicità)
Operazione tecnica condotta sulle liste per ricondurre ad un’unica denominazione indirizzi uguali scritti in modi diversi in modo da poter essere riconosciuti dall’elaboratore. Costituisce un requisito importante per successive operazioni di deduplicazione.



Norme (Marketing e Pubblicità)
Insieme di regole stabilite da appositi enti unificatori, per esempio l’UNI, oppure decise arbitrariamente, per esempio norme redazionali, che, se utilizzate, consentono di mantenere coerenza formale in un singolo volume o collana.



Nota (Marketing e Pubblicità)
Breve annotazione di carattere esplicativo o bibliografico, collocata al piede della pagina (foot), in fondo al capitolo, in fondo al volume o, in alcuni casi, a margine del testo (ad esempio in alcuni manuali). Sono generalmente numerate e composte in carattere con corpo minore del testo.



Note a piè di pagina (Marketing e Pubblicità)
Brevi annotazioni esplicative poste in fondo alla pagina, in fondo al testo o in fondo al libro.



Numeri allineati (Marketing e Pubblicità)
Numeri dello stesso corpo delle maiuscole allineati al piede e in testa (1234567890, come nel caso del carattere usato per questo testo), diversi dai numeri Old-Style non allineati.



Numeri Old Style (Marketing e Pubblicità)
Numeri con ascendenti e discendenti e quindi non allineabili in quanto di fatto di corpo diverso. Vedi numeri allineati.



Numero verde (Marketing e Pubblicità)
Il Numero Verde è uno strumento che serve a fornire ai clienti informazioni omogenee, chiare, aggiornate e il più possibile complete. L’obiettivo di questo servizio è quello di fornire un supporto informativo all’utenza, decongestionando il flusso delle persone che giornalmente si recano negli uffici a richiedere informazioni. Il numero verde permette all’impresa di gestire al meglio le relazioni con i propri clienti, facilitando il contatto e sollevandoli completamente da qualsiasi costo.




N (Marketing e Pubblicità)

Marketing - Pubblicità - Cartellonistica






Naming (Marketing e Pubblicità)
E’ lo studio del nome di un prodotto. Tecniche di denominazione nell’ambito aziendale e industriale, consiste nella progettazione e realizzazione del nome di aziende, prodotti e servizi. Tecniche queste consistenti nello studio del mercato e del posizionamento di un nuovo brand per arrivare a definire il nome più adatto per competere in un determinato scenario. Sovente è proprio il nome che richiama l’attenzione del consumatore e per questo motivo, soprattutto negli ultimi anni, le aziende stanno dedicando particolare attenzione a questa attività. Il nome di un prodotto deve essere distinguibile, facile da ricordare, accettabile e pronunciabile in tutti i paesi (nel caso di una diffusione internazionale). Esistono nella storia del marketing aziendale casi clamorosi di fallimento di prodotti dovuti proprio ad una scelta errata del nome!



NAS (Marketing e Pubblicità)
Nuovi Stati Associati: Bulgaria, Repubblica di Cipro, Repubblica ceca. Estonia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Malta, Polonia, Romania, Slovacchia, Slovenia.



Nasa (Marketing e Pubblicità)
Ora ADEX. Sistema di rilevazione continua degli investimenti pubblicitari in valore e quantità suddivisi per mezzo, settore merceologico, azienda, marca (Nielsen).



National key account (Marketing e Pubblicità)
In azienda è il funzionario a cui sono affidati i contatti con i clienti più importanti; ha autonomia decisionale.



Near - pack (Marketing e Pubblicità)
Espositore, collocato nelle vicinanze del prodotto da promozionare, che contiene un omaggio e reca un messaggio promozionale. Può indicare un espositore imballato con il prodotto da montare ed allestire a cura del rivenditore.



Need (Marketing e Pubblicità)
Nel campo del marketing i bisogni del consumatore, reali o indotti.



Negativo (Marketing e Pubblicità)
Pellicola negativa, pellicola dall’immagine invertita in cui le zone scure appaiono chiare e viceversa.



Negozio (Marketing e Pubblicità)
Unità immobiliare destinata all’esercizio commerciale, direttamente accessibile dalla strada, generalmente al pian terreno, con vendita all’ingrosso o al dettaglio e, in parte marginale, all’attività amministrativa di servizio. L’unità, munita per legge di servizi igienici può essere arredata da pertinenze accessorie. Detto anche bottega.



Negozi con vendita assistita (Marketing e Pubblicità)
Detti anche grocery. Punti di vendita a formulazione tradizionale, di superficie inferiore ai 100 mq), che trattano prodotti alimentari in esclusiva o in assortimento con altre tipologie di beni, oppure piccoli negozi a libero servizio (Nielsen).



Neon (Marketing e Pubblicità)
Tubo di vetro contenente gas col quale è possibile ottenere luci con diversi colori e forme



Neoprene (Marketing e Pubblicità)
Materiale gommoso, impermeabile ad alta densità a poro chiuso (es. mute da sub). Utilizzato nella displaistica e standistica molto duttile per creare effetti particolari.



Netiquette (Marketing e Pubblicità)
Forma contratta di "Net-etiquette" ovvero il galateo della rete. Si riferisce all’insieme delle norme di comportamento da seguire su Internet.



Network (Marketing e Pubblicità)
Letteralmente ’rete’. Termine usato per indicare una connessione tra simili. Es.: aziende con scopo comuni, venditori, organi di comunicazione (prevalentemente televisiva e radiofonica). Generalmente però indica un rete organizzativa che possiede un certo numero di emittenti; in sintesi rete televisiva o radiofonica privata di più emittenti che insieme mettono in onda gli stessi programmi. In internet e in merito al settore della pubblicità on-line, per “network” si intende un’organizzazione che rappresenta un certo numero di siti web e sui quali commercializza la vendita di spazi pubblicitari: banner, sponsorizzazioni, ecc. Equivale a quelle che in Italia sono le concessionarie di pubblicità, ma con specifico riferimento ad Internet.



Network elettronico (Marketing e Pubblicità)
Gruppo di espositori elettronici connessi tra loro tramite modem. Possono essere programmati individualmente o in gruppo da qualsiasi punto della rete.



Networking (Marketing e Pubblicità)
Nelle aziende, il networking si riferisce ai sistemi di collegamento in rete di più elaboratori e utenti, e comprende le piattaforme, i sistemi operativi, i protocolli e le architetture di rete. New Subscribers. E’uno dei Key Quantitative Indicators per misurare l’efficacia di un’azione di e-mail marketing. Indica quanto cresce (media settimanale o mensile) il numero di nuovi sottoscrittori.



New Media Agency (Marketing e Pubblicità)
Questa definizione indica le aziende specializzate nei servizi legati alle nuove tecnologie, in particolare internet ed il settore multimediale nel suo complesso.



NEWS (Marketing e Pubblicità)
In italiano notizie, informazioni. Messaggi suddivisi per categorie di argomenti discussi.



Newsgroup (Marketing e Pubblicità)
Area pubblica di discussione on-line dedicata a varie aree tematiche.



Newsletter (Marketing e Pubblicità)
Riferito alla produzione stampata si tratta di un bollettino di informazione con periodicità variabile in genere di poche pagine (1 o 2 quartini ovvero 4/8 pagine), che riporta notizie scritte in modo sintetico con poche o senza foto. Ha per oggetto settori specifici, generalmente monotematica, e viene distribuita normalmente su abbonamento da una organizzazione o da una azienda ad uno specifico pubblico o alla propria clientela. A volte può essere allegata a giornali. Può assumere forma digitale quando è esportato in formato .pdf e reso disponibile per il download da un sito. In internet la newsletter elettronica permette di inviare informazioni direttamente nella casella di posta elettronica degli utenti interessati che si siano appositamente iscritti ad una specifica mailing-list, nel caso si tratti di una newsletter esterna, o dei dipendenti/collaboratori di un’organizzazione, nel caso di una newsletter interna. Per chi gestisce una Newsletter risulta essere un ottimo strumento di marketing e promozione.



Nicchia (Marketing e Pubblicità)
Piccolo segmento di mercato, nel quale normalmente si opera in esclusiva. La nicchia è un’area di business "ristretta" caratterizzata dall’utilizzo di una specifica tecnologia/modo di produrre, da uno specifico bisogno e da un determinato gruppo di consumatori da soddisfare che hanno bisogni ed esigenze molto ben definiti rispetto alla generalità del mercato. L’impresa occupa una nicchia di mercato ad esempio quando vuole rispondere in modo approfondito ed esaustivo ad un bisogno molto particolare, che riguarda poche persone o circostanze speciali (come vendere libri d’antiquariato o libri illustrati per bambini). La vendita di cellulari invece si rivolge alla maggioranza della popolazione, in quanto si tratta di un prodotto di massa che serve esigenze molto diffuse e standardizzate. Anche nel mercato dei telefoni cellulari tuttavia, ci sono delle nicchie particolari: ad esempio, i telefonini satellitari o quelli che possono collegarsi autonomamente con Internet. In una nicchia di mercato si posizionano di norma pochi concorrenti che sfruttano il vantaggio competitivo rappresentato dalla elevata specializzazione, e quindi dal possesso di competenze e risorse altamente specialistiche. In genere, quindi, alla specializzazione si associano migliori prestazioni e minori costi.



Nicchia di mercato (Marketing e Pubblicità)
E’ un piccolo segmento di mercato, inteso come gruppo di acquirenti che presentano caratteristiche comuni, nel quale normalmente si opera in esclusiva alto livello di profitto. Si tratta in particolare di segmenti di mercato non occupati né occupabili dalle grandi imprese (poca flessibilità e mancanza di convenienza economica). Nella mappa del mercato si determinano degli spazi (in genere “piccoli” con una fascia ristretta di consumatori ma di consumo sicuro e stabile) che le piccole e medie aziende ricercano assiduamente allo scopo di occuparli. Su tali segmenti esse concentrano i loro sforzi mediante l’estrema differenziazione del prodotto.



Nichelatura (Marketing e Pubblicità)
Deposito di uno strato sottile di nickel su una superficie plastica o metallica, mediante procedimento elettrolitico.



Nielsen (aree) (Marketing e Pubblicità)
Le cinque zone in cui Nielse ha suddiviso l’Italia per le sue indagini:
area 1: Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria e Lombardia
area 2: Veneto, Trentino A.A., Friuli V.G. ed Emilia Romagna
area 3: Toscana, Umbria, Marche e Lazio
area 4: Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia
area 5: Sardegna



Nitidezza (Marketing e Pubblicità)
Livello di dettaglio di un’immagine.



Nominativo civetta (Marketing e Pubblicità)
Nominativo-spia inserito appositamente in una mailing list per controllarne l’uso.



Non food (Marketing e Pubblicità)
Letteralmente "non cibo". Definisce la categoria di prodotti non alimentari.



Nonusers (Marketing e Pubblicità)
Consumatori che non usano nessun prodotto di una determinata tipologia merceologica. è una categoria strategica per le promozioni, in quanto può produrre importanti risultati, cambiando la condizione che determina il mancato acquisto.



Normalizzazione Indirizzi (Marketing e Pubblicità)
Operazione tecnica condotta sulle liste per ricondurre ad un’unica denominazione indirizzi uguali scritti in modi diversi in modo da poter essere riconosciuti dall’elaboratore. Costituisce un requisito importante per successive operazioni di deduplicazione.



Norme (Marketing e Pubblicità)
Insieme di regole stabilite da appositi enti unificatori, per esempio l’UNI, oppure decise arbitrariamente, per esempio norme redazionali, che, se utilizzate, consentono di mantenere coerenza formale in un singolo volume o collana.



Nota (Marketing e Pubblicità)
Breve annotazione di carattere esplicativo o bibliografico, collocata al piede della pagina (foot), in fondo al capitolo, in fondo al volume o, in alcuni casi, a margine del testo (ad esempio in alcuni manuali). Sono generalmente numerate e composte in carattere con corpo minore del testo.



Note a piè di pagina (Marketing e Pubblicità)
Brevi annotazioni esplicative poste in fondo alla pagina, in fondo al testo o in fondo al libro.



Numeri allineati (Marketing e Pubblicità)
Numeri dello stesso corpo delle maiuscole allineati al piede e in testa (1234567890, come nel caso del carattere usato per questo testo), diversi dai numeri Old-Style non allineati.



Numeri Old Style (Marketing e Pubblicità)
Numeri con ascendenti e discendenti e quindi non allineabili in quanto di fatto di corpo diverso. Vedi numeri allineati.



Numro verde (Marketing e Pubblicità)
Il Numero Verde è uno strumento che serve a fornire ai clienti informazioni omogenee, chiare, aggiornate e il più possibile complete. L’obiettivo di questo servizio è quello di fornire un supporto informativo all’utenza, decongestionando il flusso delle persone che giornalmente si recano negli uffici a richiedere informazioni. Il numero verde permette all’impresa di gestire al meglio le relazioni con i propri clienti, facilitando il contatto e sollevandoli completamente da qualsiasi costo.





N (Grafica d’Arte)

Grafica d’Arte - Pittura e Tecniche artistiche




Natura morta (Grafica d’Arte)
Dipinto avente per soggetto oggetti inanimati. Nota quella con frutti di varia natura.



Nature (Grafica d’Arte)
Tipo di cartoncino fotografico del formato mm 650x480.



Negativo (Grafica d’Arte)
Immagine ottenuta esponendo alla luce una pellicola o una lastra trattata con materiale fotosensibile i cui valori tonali sono invertiti rispetto a quelli del soggetto fotografato. Il negativo a colori per addizione procedimento ideato nel 1893 da Joly. Consisteva nel prendere un solo negativo attraverso uno schermo quadrettato suddiviso in zone microscopiche dei colori rosso, verde e azzurro invece di tre immagini distinte con tre diversi filtri colorati; lo schermo era di formato identico alla lastra fotografica ed era a contatto con essa all’interno della macchina fotografica. Sviluppata la lastra, se ne faceva una diapositiva e si fissava definitivamente allo schermo colorato; le zone nera, grigia e bianca dell’immagine lasciavano passare più o meno luce attraverso i filtri e a distanza normale di visione i colori fondamentali si fondevano e formavano combinazioni riproducenti i colori originali del soggetto.



Negativo a mezzatinta (Grafica d’Arte)
L’originale ha un tono continuo.



Negativo al tratto (Grafica d’Arte)
Tipo di negativo che si ha quando l’originale ha soltanto toni bianchi e neri. Negativo di selezione ottenuto da un originale a colori, trasparente (diapositiva) o opaco (per lo più su carta) per mezzo dell’interposizione di un filtro di colore complementare del colore che si intende selezionare. Negativo leggero negativo sottoesposto e/o sviluppato che appare meno denso di un negativo normale.



Negativo retinato (Grafica d’Arte)
Ottenuto dalla riproduzione di un originale a tono continuo per interposizione di un apposito retino che scompone l’immagine continua in elementi puntiformi, equidistanti tra loro e tanto più grandi quanto è più luminosa la parte corrispondente dell’originale da riprodurre.

 


Negativo su carta (Grafica d’Arte)
Vedi calotipo.



Niello (Grafica d’Arte)
Antica tecnica per decorare i metalli preziosi in cui le linee incise sulla superficie venivano riempite con una sostanza nerissima, detta nigellum, ottenuta dalla fusione di piombo, rame e zolfo. Il termine indica anche la prova su carta che l’orafo effettuava per verificare il lavoro di intaglio: prima di versare il nigellum nei solchi, li riempiva con una sotanza nera (olio e nero fumo) e poi premeva l’oggetto così inchiostrato su un foglio. Questa tecnica ha avuto un ruolo determinante nell’affermazione dell’incisione su metallo nel seconda metà del XV secolo.

 


N (Legale amministrativo)

Legale amministrativo - E commerce





NAS (Legale amministrativo)
Nuovi Stati Associati: Bulgaria, Repubblica di Cipro, Repubblica ceca. Estonia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Malta, Polonia, Romania, Slovacchia, Slovenia.



NASDAQ (Legale amministrativo)
Acronimo di National Association of Securities Dealers Automated Quotations System. Sistema di quotazione telematica di titoli americani trattati in un apposito mercato. Indica anche il relativo indice, nella versione completa (NASDAQ Composite Index) o limitata alle principali 100 società (NASDAQ 100).



Naturali (Legale amministrativo)
Riferito genericamente a prodotti. Termine generico e spesso fuorviante che non trova riscontro nella normativa vigente, attribuito a prodotti che hanno un qualche legame con gli aspetti dietetici e salutistici dell’alimentazione.



Negoziabile (e - commerce)
E’ un titolo a buona consegna, deve cioè avere tutte le caratteristiche prescritte in modo che il passaggio al compratore possa avvenire senza problemi di rischi.



Neologismo (Legale amministrativo)
Parola o locuzione nuova derivata o composta da parole in uso o tratte da altra lingua e che spesso si evidenzia come modismo.



Nicchia di mercato (Legale amministrativo)
E’ un piccolo segmento di mercato , inteso come gruppo di acquirenti che presentano caratteristiche comuni. Si tratta in particolare di segmenti di mercato non occupati né occupabili dalle grandi imprese (poca flessibilità e mancanza di convenienza economica). Nella mappa del mercato si determinano degli spazi (in genere “piccoli”) che le piccole e medie aziende ricercano assiduamente allo scopo di occuparli. Su tali segmenti esse concentrano i loro sforzi mediante l’estrema differenziazione del prodotto.



Nikkei indice (Legale amministrativo)
E’ l’indice statistico dei 225 titoli più importanti quotati alla Borsa di Tokyo e descrive l’andamento della Borsa nipponica.



Non trasferibile (e - commerce)
La clausola "non trasferibile" rende il titolo pagabile solo al prenditore (cioè colui in favore del quale viene emesso il titolo di credito) o a una banca alla quale sia stato girato per l’incasso. Ha lo scopo di premunire il prenditore contro il rischio di smarrimento, furto o alterazione.



Norma (Legale amministrativo)
Documento, prodotto mediante consenso e approvato da un organismo riconosciuto, che fornirà, per usi comuni e ripetute regole, linee guida o caratteristiche, relative a determinate attività o ai loro risultati, al fine di ottenere il migliore ordine in un determinato contesto. (UNI EN ISO 45020).



Norma UNI 10939 (Legale amministrativo)
"La Norma UNI 10939". Sistema di rintracciabilità nelle filiere agroalimentari - Principi generali per la progettazione e l’attuazione (Aprile 2001), è una norma quadro che definisce i principi e specifica i requisiti per l’attuazione di un sistema di rintracciabilità filiera in tutti i casi in cui si voglia documentare la storia di un prodotto e le specifiche responsabilità. Questa norma non intende imporre l’uniformità dei sistemi di rintracciabilità: la definizione dell’ampiezza e della profondità della filiera agroalimentare è lasciata all’impresa capofiliera in funzione delle parti che intervengono nella realizzazione prodotto; anche le modalità interne di tracciabilità del prodotto sono definite nell’ambito della singola filiera."



NSC (Legale amministrativo)
Acronimo di Nuovo Strumento Comunitario. Strumenti finanziario della Comunità europea per il raggiungimento degli obiettivi di politica strutturale. La Comunità contrae prestiti, che poi concede a sua volta, in stretta cooperazione con la BEI, al fine di finanziare investimenti nel settore dell’energia, dello sviluppo regionale, della ristrutturazione e dell’adattamento industriale e misure per promuovere la crescita economica.



NSI (Legale amministrativo)
Nuovi Stati Indipendenti: Armenia, Mongolia, Azerbaigian, Federazione Russa, Georgia, Turkmenistan, Kazakistan, Ucraina, Kirghizistan, Uzbekistan, Moldavia



Nuda proprietà (Legale amministrativo)
Proprietà priva dei diritti di abitazione, uso o usufrutto della cosa, di cui altri ha il temporaneo godimento. Al proprietario resta comunque la facoltà di disporre della cosa.



Number portability (Legale amministrativo)
Indica la possibilità per i clienti diretti di mantenere il proprio numero telefonico qualora decidessero di lasciare l’operatore precedente. La number portability infatti darà l’opportunità di scegliere un operatore alternativo a Telecom Italia e di poter quindi usufruire di servizi di telefonia fissa senza più dovere pagare il canone Telecom.



Numeri complessi (Legale amministrativo)
Come i numeri immaginari anche i numeri complessi furono introdotti nel 600 dagli algebristi italiani. Un numero complesso è costituito dalla somma ( a+ib ) di un numero reale a e un numero immaginario ib. Esistono varie rappresentazioni dei numeri complessi: cartesiana nel piano complesso, polare, esponenziale e matriciale. La rappresentazione nel piano complesso detto anche piano di Gauss



Numeri immaginari (Legale amministrativo)
I numeri immaginari e poi i numeri complessi sono stati introdotti nel seicento dagli algebristi italiani per risolvere i problemi di algebra in cui appaiono estrazioni di radici (di ordine pari) di numeri negativi. La estrazione di radice v-1 non ha evidentemente soluzioni nell’insieme dei numeri reali poiché il quadrato di un numero reale positivo è positivo e il quadrato di un numero reale negativo è anche esso positivo. Si introduce allora una unità immaginaria i tale che - per definizione i2= -1. ( Nei testi di elettronica ed elettrotecnica si può trovare la unità immaginaria indicata con j per distinguerla dalla corrente tradizionalmente indicato con i .) L’insieme dei numeri immaginari è quello di tutti i numeri reali moltiplicati per l’unità immaginaria i. I numeri immaginari sono rappresentati simbolicamente con (i)x(x). Poiché i2= -1, i4= (-1)x(-1) = 1, i numeri immaginari possono, tra l’altro essere utili a rappresentare le rotazioni.



Numeri interi (Legale amministrativo)
I numeri interi sono quelli della sequenza -…-3,-2,-1,0,+1,+2,+3…. Essi corrispondono all’insieme dei numeri naturali (includendo lo 0 ) e dei numeri negativi.



Numeri irrazionali (Legale amministrativo)
I numeri irrazionali sono i numeri non interi con un numero infinito di cifre decimali che non presentano alcuna periodicità. Il termine irrazionali esprime proprio il fatto che non sono ottenibili come un rapporto (lt: ratio) di numeri interi. Già i greci (Pitagora) conoscevano questi numeri che apparvero loro dallo studio di alcune caratteristiche geometriche del cerchio e del quadrato. Sono infatti numeri irrazionali ad esempio p (raggio, circonferenza del cerchio) e v2 (diagonale, lato del quadrato).



Numeri naturali (Legale amministrativo)
I numeri naturali sono quelli che impariamo a scuola cioè i numeri della seguenza 1,2,3… e cosi via . Malgrado sembri che fossero già noti 50.000 anni fa, e che il primo reperto storico risalga a 2000 anni fa (tavoletta babilonese Plinton22), all’inizio del XX secolo la loro definizione assiomatica venne sottoposta a varie riformulazioni. Una definizione assiomatica dei numeri naturali è stata fornita dal matematico italiano Giuseppe Peano, altre definizioni si devono a Cantor e Russel. In alcuni casi – anche se formalmente non corretto- anche lo 0 è considerato un numero naturale.



Numeri negativi (Legale amministrativo)
Tutti i numeri della sequenza -1,-2,-3….Si ottengono come risultato di sottrazione di due numeri naturali a e b quando b è maggiore dia.



Numeri positivi (Legale amministrativo)
Tutti i numeri della sequenza 1,2,3,4…. Essi corrispondono alla sequenza dei numeri naturali quando si esclude lo zero.



Numero quantico (Legale amministrativo)
Detto anche Quantum Number. Un numero che classifica uno stato, indicando il numero di quanti (la più piccola quantità discreta di una determinata grandezza) che caratterizzano quello stato. La carica elettrica di un corpo espressa da un multiplo intero della carica di un elettrone è un esempio di numero quantico.



Numeri razionali (Legale amministrativo)
I numeri razionali sono quelli che si ottengono come risultato di tutte le possibili divisioni tra numeri interi (positivi o negativi) escludendo lo 0 come divisore. Il termine razionali esprime proprio il fatto che sono ottenibili come un rapporto (lt: ratio) di numeri interi. I numeri razionali possono essere rappresentati in due modi; rappresentazione frazionale e rappresentazione decimale. Rappresentazione frazionale (a/b): un numero razionale può essere rappresentato da una infinita serie di frazioni a/b = c/d …purché ad=bc. Rappresentazione decimale. a,bcf. Lo sviluppo della parte decimale di un numero razionale ha la caratteristica di avere un numero finito di decimali (1/2=0,5) o di avere un numero di decimali con una parte finale (periodo) che si ripete all’infinito (1/7 = 0,142857 142857142857…., 1/3= 0,33333… ). Nella rappresentazione decimale dei numeri razionali si sottolinea il periodo (1/7 = 0,142857 , 1/3= 0,3 ). Esistono anche risultati di frazioni tra numeri interi del tipo 23,4578032. In questo tipo di numeri razionali la sequenza 8032 su ripete all’infinito. L’insieme dei numeri razionali include quello dei i numeri interi in quanto: n/1 = n,0, e 0/n= 0,0.



Numeri reali (Legale amministrativo)
Tutti i numeri dell’insieme costituito dai numeri razionali e irrazionali. L’ insieme dei numeri reali è in relazione biunivoca con i punti di una retta su cui sia definito un segmento corrispondente all’unità di lunghezza.



Nuovo mercato (Legale amministrativo)
Mercato della Borsa italiana per la negoziazione di titoli di società della new economy ad alto potenziale di sviluppo. E’ un mercato caratterizzato da alta volatilità.



Nybor (Legale amministrativo)
New York Interbank Offered Rate. Tasso di interesse al quale le maggiori banche operanti sulla piazza finanziaria di New York sono disposte a mutuare fondi ad altre banche di primaria importanza. Meno importane del LIBOR come tasso di riferimento.



NYSE (Legale amministrativo)
New York Stock Exchange: è la Borsa di New York.




Ditta STUDIO DUE s.a.s. di Cutini Giovanni & C. • P.IVA 01947481006
Via Spadola, 78 - 00118 Roma ITALY •
tel. +39 06 7267 0573 - fax: + 39 06 7267 1116 • studiodue@calendovisita.it
web-design